Fandom

Gothic Wiki

Capitolo 4 - Xardas

1 952pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Il quarto capitolo è composto da 4 missioni principali, più alcune secondarie.

L'aiuto dei Maghi del FuocoModifica

Una volta completata la missione In cerca di pietre focalizzatrici, Saturas chiede un ultimo favore all'Eroe, cioè quello di convincere i Maghi del Fuoco a collaborare con i Maghi dell'Acqua, perché solo tutti insieme sarebbero riusciti a controllare l'energia delle Pietre Focalizzatrici e del Metallo Magico e far saltare la Barriera.
Come segno della sua fiducia da all'Eroe la Pietra del Teletrasporto dei Maghi dell'Acqua, con cui Corristo potrebbe andare direttamente da lui senza passare dalle guardie dei Mercenari. All'ingresso del campo, incontra Lee che gli racconta la sua storia passata, prima di finire nella colonia.

Giunto a Campo Vecchio, però, l'eroe scopre che i suoi cancelli sono stati chiusi e che le poche Guardie rimaste all'esterno sono pronte ad attaccare chiunque a vista. Proprio vicino all'ingresso nord c'è Milten con brutte notizie e suggerisce comunque di andare da Diego, che si trova vicino all'ingresso sud, poichè quest'ultimo ha notizie più precise di lui.
Diego infatti spiega che la Vecchia Miniera è crollata a causa di un fiume sotterraneo e che Gomez, ricevuta tale notizia, aveva deciso di attaccare la Miniera libera per recuperare il Metallo magico e non perdere la sua posizione privilegiata nella Colonia. Gli unici ad opporsi a questo folle piano erano stati i Maghi del Fuoco, proponendo invece un'alleanza con gli altri campi, e per questo erano stati tutti sterminati, eccetto Milten, che al momento si trovava fuori dal campo. A questo punto:

Xardas il NegromanteModifica

Avuta notizia della morte dei Maghi del Fuoco, per Saturas l'ultima risorsa per portare avanti il suo piano è rintracciare Xardas, che era stato il capo dei maghi che avevano creato la Barriera, ma poi aveva abbandonato Campo Vecchio e si era isolato in una torre nelle terre degli Orchi per studiare l'evocazione dei morti viventi e delle creature magiche.
Il problema è che nessuno finora era riuscito a superare le sue creature e a contattarlo, per questo Saturas consiglia all'Eroe di fare qualche ricerca nella Biblioteca dei Maghi dell'Acqua sui punti deboli di tali creature. In particolare i libri che forniscono informazioni a riguardo sono i due volumi di Arcanum Golum.

La torre di Xardas non è presente sulla mappa come non lo sono le terre degli Orchi, ma la strada più sicura per raggiungerla è quella che parte dall'ingresso sud di Campo Vecchio e che è sorvegliata da Pacho, che ora attacca a vista l'Eroe. Seguendo il sentiero a destra si costeggia una parete fatta "a gradoni" ,si passa sotto un arco di pietra naturale e si sale finchè non si intravede l'enorme torre. Proseguendo in linea retta rispetto alla torre, si trova un branco di Squartatori e poi un sentiero chiuso, l'unico che conduce da Xardas e che è controllato in ordine da un Golem di pietra, un Golem di ghiaccio e un Golem di fuoco.
Sconfitti i Golem e presi i loro cuori, l'Eroe entra nella torre e incontra un Demone, servitore del Mago, che tramite la telepatia chiede la prova del suo valore per lasciarlo passare. Consegnati i 3 cuori dei Golem, l'eroe riceve una runa per teletrasportarsi ai piani superiori della torre da Xardas, il solo mezzo per poterlo raggiungere.

Xardas dimostra di non essere per nulla interessato al piano di fuga di Saturas e di aver invece capito nel corso dei suoi studi che la formazione della Barriera è sfuggita al controllo dei Maghi a causa dello stesso Dormiente, un demone evocato da 5 Orchi sciamani durante una lotta fra i vari clan. La chiave per distruggere la Barriera è quindi da cercare tra gli Orchi.
La missione che lo riguarda fallisce sempre perché Saturas non accetta che Xardas reputi inutili tutti gli anni trascorsi ad accumulare Metallo Magico e che egli abbia fatto un piano alternativo.

L'orco sciamano esiliatoModifica

Xardas dopo aver raccontato all'Eroe delle sue scoperte lo invia alla ricerca di Ur-Shak, un Orco sciamano che è stato esiliato dal suo clan, per conoscere il resto della storia del Dormiente e per sapere cosa fare. Egli si trova nelle rovine della cittadella a est della Torre di Xardas in cima ad una montagna e il modo più rapido per raggiungerlo è teletrasportarsi a Campo Palude, prendere la strada per il Forte della montagna ma invece di andare dritti, bisogna girare a destra e proseguire oltre al lungo ponte di legno.

Raggiunte le rovine, si vedrà l'orco esiliato attaccato da alcuni Orchi guerriero del tempio e salvandolo egli racconterà il resto della storia di Krushak, ossia del Dormiente: i 5 Orchi sciamani che avevano evocato il demone fecero costruire un tempio sotterraneo per esso, gli offrirono i loro cuori e divennero per questo dei morti viventi, insieme a tutti i costruttori; gli Orchi sigillarono il tempio e continuarono ad adorarlo.
L'entrata nel tempio si trova nella città degli orchi, ma Ur-Shak non può tornarvi perchè era stato esiliato (avendo accusato Krushak di essere un demone malvagio) e per questo:

  • disegna sulla mappa la zona mancante, corrispondente alle terre degli Orchi.
  • suggerisce all'eroe di creare un ULU-MULU per poter entrare senza problemi nel campo orchesco.

Raccontando a Xardas quanto scoperto, egli si mostra ancora più convinto che la chiave di tutto è nella città degli orchi.

In cerca dell'ULU-MULUModifica

Ur-Shak rivela all'Eroe che si può entrare nella città degli Orchi senza essere attaccati se si indossa l'ULU-MULU e che esso può essere costruito da Tarrok, un altro Orco sciamano, un suo amico tenuto prigioniero nella Miniera libera.
Tornando da Saturas per parlargli della missione Xardas il Negromante, Riordian avverte l'Eroe che Gorn lo sta aspettando sulla via che porta alla Miniera libera e che ha un piano per liberarla. Infatti la miniera al momento è stata occupata dalle Guardie di Campo Vecchio su ordine di Gomez ma per poter parlare con Tarrok l'Eroe è costretto a partecipare alla sua liberazione

Dopo aver parlato anche con Wolf per La corazza dei pidocchi di miniera e aver raggiunto la miniera, Gorn rimane all'entrata lasciando all'Eroe l'uccisione delle Guardie e degli Scavaragno guerrieri.
In uno dei tunnel più profondi della miniera su una piccola piattaforma rialzata si trova Tarrok, che però è stato avvelenato da uno Scavaragno guerriero e va curato con una medicina caduta nelle vicinanze. Una volta trovata la cura, egli rivela cosa serve per costruire un ULU-MULU e dove si possono recuperare questi "ingredienti". Consegnate le 4 parti richieste, egli consegna all'Eroe lo stendardo.

Uscendo dalla Miniera libera e parlando con Gorn, inizia il quinto capitolo

Inoltre su Fandom

Wiki a caso