Fandom

Gothic Wiki

Storia di Khorinis

1 952pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

LA STORIA DI KHORINIS
Untitled.png

L' isola di Khorinis

Khorinis era un'isola abitata fin dai tempi antichi. Una delle prime civiltà comparse sull'isola fu il popolo di Jharkendar. Questo popolo era avanzato, sia nella magia e sia nella costruzione, spesso soprannominati i "Costruttori". La densità della popolazione era per lo più maggiore nella parte nord-est dell'isola, dove sorgeva la capitale. La parte occidentale dell'isola presentava dei villaggi sparsi e delle fitte foreste. Da notare che la capitale era tagliata fuori dal resto del mondo, infatti aveva un portale che veniva utilizzato solo in caso di emergenza. Invece per raggiungere le altre parti dell' isola si doveva far uso di barche. Loro stessi utilizzavano un sistema di teletrasporto, infatti si possono trovare vari piedistalli sparsi per l' isola, questi venivano usati come teletrasporto per spostarsi da una regione all' altra. Sembra che i costruttori si siano spinti oltre... infatti nella Valle delle Miniere c'era un conflitto territoriale con gl' Orchi. L' esercito di Jharkendar ha costruito due principali insediamenti strategici: uno è il tempio nella palude (dove tutt' ora c'è la setta) e un' accampamento in una caverna a ovest (Campo nuovo).

Jharkedar


L' Artiglio di Beliar

Jharkedar esistì 1000 anni fa.

Le prime notizie che sono state trovate, raccontano di una grande battaglia, combattuta da Quahodron, il leader della Casa dei guerrieri, al di fuori delle mura della città, che si concluse con la vittoria dei Jharkedar.

Durante questa battaglia, Quahodron, aveva catturato l'Artiglio di Beliar dal nemico.
L'arma antica è stata portata all'interno delle mura cittadine.


Rhademes 'al potere

Quando l'età Quahodron ha reso impossibile per lui guidare l'esercito Jharkedar, i sacerdoti hanno insistito Quahodron di dimettersi dalla Casa dei Guerrieri e di passare la spada a qualcun' altro . Il Consiglio dei Cinque stava per eleggere il suo successore. Ma la Casa dei Guerrieri si è ribellata - hanno insistito nel eleggere il figlio di Quahodron, Rhademes, come nuovo leader. Pieno di orgoglio e di fiducia nel proprio figlio, Quahodron approvò. Consegnò la spada a suo figlio con la speranza che avrebbe fatto la cosa giusta, con la sua stessa mano forte.


Il decadimento della civiltà

Ma Rhademes era debole e la volontà della spada lo vinse e lo fece suo strumento. La spada rapidamente riconobbe la fragilità del suo padrone. Anche i guaritori non potevano alleviare le sofferenze e le atrocità che sono state portate su Jharkendar. L'intera città divenne un enorme campo di battaglia.

Solo la potenza degli antenati poteva risolvere la situazione. E così Rhademes bandì e perseguitò tutti i Guardiani dei Morti, così mandando in frantumi ogni speranza di liberazione da questo male. Con l' eliminazione totale della casta dei Guardiani dei Morti, ogni speranza era perduta.


L'ultimo tentativo del Consiglio di salvare Jharkendar

Nella Casa degli Studiosi, Quahodron e Khardimon (sommo sacerdote e rappresentante degli Studiosi del Consiglio superiore dei cinque) discussero su come sconfiggere Rhademes e la spada. Quahodron e Khardimon credevano che Rhademes non poteva essere sconfitto in una battaglia, ma gli studiosi conoscevano il potere della spada troppo bene per credere che sarebbe stato possibile. Così la casta ha fatto uso del suo diritto di veto alla decisione degli altri e ha deciso di fermare Rhademes con uno stratagemma. Quahodron obbedì alla decisione del Consiglio. Egli procedette al tempio di Adanos e portò suo figlio. Rhademes nella sua cecità non fu in grado di riconoscere il loro piano, così si precipitò al tempio e facendo irruzione con una frenesia selvaggia, venne rinchiuso nella camera sacra del tempio per sempre. Khardimon e Quahodron alla fine sigillarono i portali esterni, affinchè nessuno sarebbe stato in grado di raggiungere Jharkendar e di aprire il tempio, ma nessuno dei due sopravvisse al processo di chiusura del portale che separava il centro città dal resto dell' isola.


Il Diluvio più totale

Rhademes è stato rinchiuso, ma la potenza della spada è rimasta intatta. La sua influenza era diventata troppo grande e le uccisioni per le strade non si fermarono. Fu Adanos a porre fine a tutto. Il mare si è sollevato e spazzò Jharkendar allagando l'intera città. Solo i templi e le strutture più elevate sono state lasciate quasi intatte. I pochi che sono sopravvissuti alla catastrofe non avevano più la forza di ricostruire la città. La casa degli Warriors è stata distrutta da Adanos.


Sono passati molti anni, e lentamente una nuova civiltà, gli uomini, prese il controllo della parte occidentale dell'isola. Gli insediamenti erano sparsi, ma con il tempo si riunificarono in grandi centri economici e spirituali. Tra le strutture più antiche di quel periodo troviamo: la Cittadella, che si trovava sulla cima di una montagna nella Valle delle Miniere e il monastero, dove i monaci praticavano il culto di una divinità della natura (non è certo se tale culto era collegato al popolo di Jharkendar o ad Adanos stesso). Anche durante questo periodo l'isola è stata abitata da un generale umano chiamato "Uriziel". Questo ha combattuto con l'armatura fatta di minerale magico estratto dalle montagne della valle, nella prima guerra orchesca, infatti l'isola era popolata da tribù di orchi indigeni.

Dopo la Prima Guerra degl' Orchi

La guerra è stata vinta, o almeno persa da entrambe le parti. Gli esseri umani si impegnarono a far rinascere l' isola e il periodo di reustaurazione iniziò. Anni dopo la guerra, il signore di Tymorisin stabilì il suo dominio. Costui venne nominato Bergmar come il conte di Westfield (Terre occidentali) che prese il controllo di Khorinis e della Valle delle Miniere. La Valle è stata poi venduta ad una terza parte per 400 libbre (180 chilogrammi) d'oro. Il nuovo proprietario governò la sua terra che la chiamò Mountain Residence.

Passarono gli anni e il proprietario morì e la valle tornò nelle mani delle famiglie reali di Myrtana. Un castello fu costruito nella valle e il Residence fu abbandonato.

GLI ORCHI DI KHORINIS

Dopo il crollo di Jharkendar ad opera di Adanos si formò un grande impero orchesco, guidato da cinque potenti sciamani. Per vincere le numerose guerre che avevano scatenato, gli sciamani decisero di evocare il Dormiente, ma vennero trasformati, insieme a molti altri Orchi, in non-morti a perenne guardia del suo Tempio. Dopo questo avvenimento gli Orchi iniziarono a subire pesanti sconfitte da parte degli umani, a causa della mancanza disciplina e soprattutto delle loro guide, così l'impero si sfaldò. Esistono due città degli Orchi selvaggi: una nella Valle delle Miniere, nei pressi del Tempio del Dormiente, e una a Jharkendar, di fronte alla Dimora degli Studiosi. In realtà quest'ultima è un villaggio, in quanto consiste solamente in un agglomerato di tende e in un altare di Beliar, mentre la città nella Valle delle Miniere presenta anche un'immensa palizzata con cancello, oltre a un luogo di culto per gli Sciamani e a una sala del trono.
A confutare l'ipotesi che gli Orchi non siano un popolo stupido e selvaggio, troviamo una moltitudine di statue raffiguranti grandi guerrieri del passato, probabilmente risalenti al periodo dell'impero orchesco. Inoltre, gli Orchi possiedono anche un'elevata cultura, infatti molti di essi sanno scrivere sulla carta e scolpire nella pietra. Tutti gli Orchi sono fedeli a Beliar, quindi seguono la via della Magia Demoniaca, sebbene ne abbiano sviluppato una versione più sciamanica rispetto ai Negromanti.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso